Maiorca
provoca sempre delle reazioni diverse nelle persone che la visitano per la prima volta: l’aspettativa di ognuno è infatti quella di ritrovarsi in un piccolo regno del sole, del sesso, delle grandi bevute, degli hotel costosi e di eccessi di ogni genere.
Ma Maiorca è molto di più, e questa immagine negativa non è altro che la facciata che si tramanda dagli anni sessanta, periodo in cui l’isola vide il pieno sviluppo industriale e turistico, spargendo le immagini di questo bellissimo luogo naturale devastato da hotel, strutture turistiche, ville lussuose e appartamenti a ridosso del mare, con tutto il contorno di locali notturni e club che sorsero contemporaneamente al turismo più sfrenato.
In effetti però, questa esagerata urbanizzazione e’ rimasta confinata di fatto alla sola Baia di Palma, oltre ad una piccola quantità di enormi villaggi turistici sparsi qua e la’, ma il resto dell’isola e’ rimasto completamente immacolato, e questo per la maggior parte del suo territorio.

E quindi ecco che ad accogliere i turisti all’arrivo a Maiorca, c’è uno scenario vario e assolutamente affascinante in tutte le sue sfaccettature: dalle frastagliate montagne che dominano tutta la costa nord, insieme ai misteriosi e cupi monasteri medievali, fino ai paesini dagli edifici candidi e bianchi e alle fattorie della pianura centrale, tutto contribuisce a caratterizzare in maniera del tutto indimenticabile questa splendida isola, che ha da sempre attirato artisti di ogni genere, attori, scrittori etc.

 

 

 

Maiorca ultima modifica: 2016-03-20T16:43:31+00:00 da [email protected]